I nomi della serata cover/duetti di Sanremo 2020


Come era già noto, i 24 campioni del Festival di Sanremo di quest'anno si esibiranno in una delle cinque serate della manifestazione con una cover.


Amadeus ha lasciato liberi i partecipanti di scegliere se eseguire il pezzo da soli o chiamare uno o più altri artisti a collaborare per arricchire la performance. Oggi l'organizzazione del Festival ha finalmente reso nota la lista, che potete leggere di seguito.


Achille Lauro - "Gli uomini non cambiano" con Annalisa

Alberto Urso - "La voce del silenzio" con Ornella Vanoni

Anastasio - "Spalle al muro"

Bugo e Morgan - "Canzone per te"

Diodato - "24mila baci" Elodie - "Adesso tu" con Aeham Ahmad

Elettra Lamborghini - "Non succederà più" con Myss Keta

Enrico Nigiotti - "Ti regalerò una rosa" con Simone Cristicchi

Francesco Gabbani - "L'italiano"

Giordana Angi - "La nevicata del '56"

Irene Grandi - "La musica è finita" con Bobo Rondelli

Junior Cally - "Vado al massimo" con i Viito

Le Vibrazioni - "Un'emozione da poco" con i Canova

Levante - "Si può dare di più" con Francesca Michielin e Maria Antonietta

Marco Masini - "Vacanze romane" con Arisa

Michele Zarrillo - "Deborah" con Fausto Leali

Paolo Jannacci - "Se me lo dicevi prima" con Francesco Mandelli Piero Pelù - "Cuore matto"

Pinguini Tattici Nucleari - "Medley di: Papaveri e papere, Nessuno mi può giudicare, Gianna, Sarà perché ti amo, Una musica può fare, Salirò, Sono solo parole/Rolls Royce"

Rancore - "Luce" con Dardust e La Rappresentante di Lista Raphael Gualazzi - "E se domani" con Simona Molinari

Riki - "L'edera" con Ana Mena Rita Pavone - "1950" con Amedeo Minghi Tosca - "Piazza grande" con Silvia Perez Cruz


Le scelte ci sembrano più interessanti del previsto, con alcuni highlight in particolare: Levante, che, oltre a riportare all'Ariston Francesca Michielin, sarà accompagnata da una delle cantautrici alternative più interessanti del sottobosco italiano, Maria Antonietta, che speriamo possa in questo modo aspirare ad una (meritata) partecipazione futura in solitaria, vista la penuria di cantautrici nelle ultime edizione; Elettra Lamborghini, che giustifica la sua presenza regalandoci la chicca trash pop di Myss Keta, che in molti sognavano di vedere sul palco dell'Ariston; Rancore, che, oltre ad essere accompagnato dall'eccellente produttore Dardust a.k.a. Dario Faini, già all'opera con Mahmood, porterà sul palco l'art rock de La Rappresentante di Lista. Inoltre, sarà come sempre un piacere vedere artiste di spessore come Simona Molinari e Ornella Vanoni regalarci delle buone interpretazioni. Curiosa anche la scelta di Elodie di portare con sé Aeham Ahmad, pianista che con la sua musica ha puntato i riflettori sui disastri della guerra in Siria. Si tratterà sicuramente di una performance particolarmente discussa.


La serata sarà votata dai musicisti e dai coristi che compongono l’Orchestra del Festival: speriamo facciano un buon lavoro.


  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter